Storia dello Space Team

 

Il Sapienza Space Team (SST) è il gruppo ufficiale dell’associazione SASA “Sapienza Aerospace Student Association” per le competizioni ingegneristiche nazionali ed internazionali in ambito spaziale (payload).
Il team nasce nel 2012 con la costituzione ufficiale dell’Associazione ed il riconoscimento come Student Branch da parte dell’AIAA, dalla voglia di dare agli studenti l’opportunità di cimentarsi in un progetto ingegneristico hands-on e finalizzato al raggiungimento di un obbiettivo concreto, anche in campo spaziale.

Inizialmente coadiuvato dal prezioso contributo scientifico dei docenti Luciano Iess, Fabrizio Piergentili e Fabio Santoni (rimasto poi per 5 anni come advisor di riferimento), si propone per il primo anno di “competere senza concorrere” alla CanSat Competition, un concorso annuale di progettazione, costruzione e lancio per applicazioni spaziali, che dà agli studenti la soddisfazione di essere coinvolti nel ciclo di vita end-to-end di un complesso progetto di ingegneria, dalla progettazione concettuale, attraverso l’integrazione e il testing, all’effettivo funzionamento del sistema, concludendo con una post-sintesi di missione e un debriefing.

Nel 2013, dopo aver formalizzato struttura ed obiettivi del progetto, il team si iscrive e partecipa ufficialmente alla CanSat Competition. Sebbene fosse il nuovo arrivato, ancora vergine a competizioni e progetti professionali ed internazionali come quello della CanSat Competition, sprovvisto di mezzi e risorse rispetto agli altri team, il Sapienza Space Team riuscì a passare le selezioni finali e a qualificarsi al 18° posto a livello mondiale. Il tentativo “scolastico” dell’anno precedente e la preparazione teorica degli studenti avevano prodotto risultati e sviluppi inaspettati, dimostrando non solo il potenziale del progetto ma anche la forza e la preparazione del metodo, del gruppo e della comunità da cui esso erano nati. Da allora e per i successivi anni il Team ha partecipato con successo alle varie edizioni della CanSat Competion, raggiungendo sempre la fase finale e migliorando lo stato dell’arte del progetto e del prototipo finale, che ogni anno cambiava case study e diventava più competitivo.

Nel 2017 il team viene affiancato dalla Professoressa Susanna Laurenzi del Dipartimento di Ingegneria Astronautica, Elettrica ed Energetica, esperta di progettazione di strutture aerospaziali, nanotecnologia, manufacturing processes per strutture spaziali ed aeronautiche e materiali compositi avanzati per applicazioni aerospaziali.